Aprile 2020

Avonlea: uno dei nomi più rispettati della Holstein australiana

Alla International DairyWeek di quest’anno, in Australia, sia la Campionessa Assoluta sia la Riserva provenivano dall’allevamento Avonlea della famiglia Gardiner. Avonlea è stato a lungo considerato uno dei migliori allevamenti di selezione del paese – ecco la sua storia.

La storia dei Ladina, o… come le Holstein d’elite sono arrivate in Europa

Sono tra i pionieri Holstein d’Europa: la famiglia Ladina del nord Italia. Nel precedente numero di HI (3/2020) abbiamo descritto come i Ladina, dopo aver importato dalla Svizzera (Brown Swiss) e dai Paesi Bassi (Frisona olandese), abbiano iniziato a importare intensamente la razza Holstein in Italia durante gli anni ‘60. Inizialmente in aereo e successivamente via nave. Diverse centinaia di Holstein arrivarono in Italia, dove i Ladina riuscivano a malapena a stare al passo con la richiesta. Tra le loro importazioni c’erano numerose perle, tra cui Flettdale Marquis Janet, che avrebbe fondato un potente impero, in Italia ma non solo. Ecco la seconda parte della nostra storia sui pionieri Holstein: Ercole e Marcello Ladina.

GenoSource: importante fonte di genetica d’elite per la razza

Uno dei nuovi nomi sulla scena Holstein nordamericana è GenoSource, un’impresa nata con il preciso scopo di essere una delle principali fonti di genetica d’elite per il settore. L’impresa mette insieme le ultime novità in fatto di IVF e tecnologia di selezione con alcune delle migliori linee di sangue della razza, e ha un solo obiettivo in mente: sviluppare una vacca più efficiente e redditizia.

Come il magistrale riproduttore a latte Montross ha reso il suo impatto indelebile!

Nelle nostre pagine fotografiche di questo mese, rivolgiamo la nostra attenzione al riproduttore che in soli sei anni di produzione ha raggiunto rapidamente il magico traguardo di un milione di dosi. E che ha anche fornito alla razza Holstein un clamoroso impulso a latte. Il suo nome: Bacon-Hill Montross, allevato da Bill Peck e Tom Kugler nello Stato americano di New York.

Intriguing Sires 2020 - Aprile

“Legacy è stato pesantemente usato come toro per l’accoppiamento e ne abbiamo testati DNA oltre 800 figli fino ad oggi,” spiega Jeff Ziegler (Select Sires), “questo è ovviamente più del necessario per il mercato, ma dato il suo alto livello genetico, i selezionatori stati molto aggressivi nell’usarlo nei loro programmi di flushing.” Immediatamente...

Focus On... - Aprile 2020

Un antagonismo tipico con cui la razza lotta da generazioni è quello della facilità parto materna e paterna. I vitelli che nascono facilmente incontrano spesso difficoltà quando sono loro a partorire. Espresso in termini di indici, ciò significa che i tori con un buon indice per facilità parto diretto spesso si trovano ad avere indici decisamente i...

Bull Talk - Aprile 2020

Presso il Centro FA tedesco RBB, l’uso di tori DNA è elevato: 75%. Tuttavia, tra i tori provati con progenie, ne spicca uno: Calvo, un figlio di Larcrest Commander. “È diventato molto popolare soprattutto dopo che abbiamo presentato un gruppo di figlie,” racconta Torsten Dalle di RBB. “Le sue figlie sono forti dalla testa alla coda, hanno una corre...

Intriguing Sires - Aprile 2020

Con 3.12 gPTAT, è tra i migliori per conformazione disponibili nel settore polled in questo momento. Soprattutto per i caratteri angolo della gamba, lunghezza dei capezzoli e attacco della mammella ha valori eccezionali. Inoltre, c’è la produzione estremamente equilibrata, con molto latte e titoli neutri, oltre al bonus di un profilo A2A2 per la be...

Intriguing Sires 2020 - Aprile

La profonda famiglia D dei Niermanns (KNS Holsteins) ha già dato prova di sé da diverse generazioni. E con Belsan, questa forte famiglia di riproduttrici tedesche ha fornito un altro riproduttore con alti dati. Belsan è un Balisto figlio di KNS Dream Rock, una Shamrock nipote dell’eccellente figlia di Goldwyn, KNS Daybright. “Belsan è popolare nell...

Il popolare Brekem: padre di tori di successo per le rosse

Già da due anni, Brekem è il toro d’importazione più usato nei Paesi Bassi, e resta popolare anche in diversi altri paesi. Il figlio canadese con fattore rosso di Bookem è in grado di garantirsi utenti fedeli grazie alle sue molteplici qualità. Inoltre, sta anche fornendo figli e nipoti (Red) interessanti a livello globale.

Cow Country - Aprile 2020

Come avrete letto nel recente report aziendale di HI di gennaio su AOT Genetics, Cookiecutter MOM Halo ha avuto un enorme impatto sul loro programma di selezione. Ad esempio, Cookiecutter Has, figlia di Halo con Supersire, è la madre del toro N.1 TPI AOT Helix ed è stato il primo animale che David King e Tom Kugler hanno acquistato insieme per dare...

Elita: vacca di fondazione dal potente ramo canadese della famiglia Lead Mae

Stantons McCutchen Agree, ex femmina N.1 gLPI in Canada, ha attualmente due figli (Alligator e Adagio-P) nella top 10 canadese dei tori provati e un terzo nella top 100. Un altro ramo della famiglia ha prodotto la figlia di Snowman alta a indici Velthuis-SG Snow Evening, che ha due figli e tre nipoti nella top 100. Ecco un aggiornamento su una delle famiglie più influenti sulla scena Holstein canadese: quella di Crockett-Acres Elita.

Quasi 100 anni della linea di sangue “L” della famiglia Lohmöller!

Loh Lilliaik VG-88, una figlia di Aikman, è una potenziale EX di 7a generazione. Nel suo pedigree ha tre vacche con 100.000 kg e molto altro ancora: si pensa che non ci siano altre vacche EX di 7a generazione in Germania! Una famiglia che produce vacche da 175.000 kg di, Campionesse Nazionali e grandi riproduttrici… qui vi spieghiamo di più sulla famiglia “L” della Loh-An, che risale al 1922!

Cow Country - April 2020

Mentre Unix (Uno-Regan-ALH Domain Daya EX-93), specialista per la mammella e la longevità, rappresenta con successo la famiglia Raven in Canada, sua sorella Ms Alphagen Daluna EX-90 (<Day) è alla base di un ramo emergente della famiglia in Francia. Luc Inisan di Gaec de Grimidou, un allevamento vicino a Brest (Bretagna), racconta: “Julien Thomin, u...

Advertorial: 4 modi in cui il monitoraggio delle attività si ripaga da solo

Si può stare comunque tranquilli sapendo di avere la tecnologia in azienda che vi aiuta ad avere tutto sotto controllo e a fare del vostro meglio. Nedap CowControl offre approfondimenti e utili suggerimenti a portata di mano per aiutarvi a risparmiare manodopera e risorse. Un investimento intelligente a qualsiasi prezzo del latte. Ecco quattro modi in cui il monitoraggio delle attività in azienda si ripaga da solo.

Ridurre il metano: di quella vaporosa alga rosa non se ne ha mai abbastanza!

Gli scienziati di tutto il mondo sono alla ricerca di modi per ridurre l’impatto dell’agricoltura sulle emissioni di gas serra. Forse la scoperta più emozionante viene dall’Australia, dove i ricercatori hanno identificato un tipo di alga che, se alimentata ad un tasso inferiore al 2% nella dieta di un ruminante, eliminerà la sua produzione di metano!

Su quali caratteri dovreste concentrarvi quando scegliete i tori beef-on-dairy?

L’uso di tori da carne per le vacche con meno meriti genetici è diventato una tendenza diffusa negli allevamenti da latte di tutto il mondo. L’uso estensivo di seme sessato ha permesso ai produttori di produrre tutta la rimonta di cui hanno bisogno dalle loro vacche geneticamente superiori per cui, a causa di un eccesso di disponibilità, le manze in eccedenza non spuntano più un prezzo interessante sul mercato. I vitelli incrociati con i tori da carne costituiscono un flusso di reddito aggiuntivo per l’azienda… ma, quali tori dovreste usare? Qui di seguito riportiamo alcuni dettagli sui tori da carne più popolari.

Stress da Calore - Non si può battere senza ventilatori!

Evitare lo stress da calore per le vacche con le conseguenti diminuzioni di produzione e fertilità è un rilevante aspetto della gestione di un allevamento da latte, e questo ormai in quasi tutte le zone climatiche. Uno dei fattori più importanti per la prevenzione e la riduzione dello stress da calore è l’uso di ventilatori. E questo non significa solo il semplice scambio d’aria, ma piuttosto un efficace raffrescamento delle vacche. Ecco alcuni aspetti su cui riflettere.