Articoli: Scegli la categoria

Management

Parola chiave


Beef-on-Dairy: varie razze da carne hanno un loro proprio programma di selezione

Aprile 2019

Nel numero di febbraio di HI (pagg. 10-11) siete venuti a conoscenza del fenomeno Beef-on-Dairy: l’uso di tori da carne su vacche da latte. Come risultato dell’uso estensivo di seme sessato in molti importanti paesi Holstein, questa è una pratica in aumento. In questo articolo, prenderemo in considerazione una serie di programmi di selezione sviluppati per selezionare i migliori tori da carne per raggiungere questo obiettivo finale. E avrete una panoramica dei tori di varie razze da carne raccomandati per le vacche da latte dai Centri FA. Perché anche con Beef-on-Dairy le cose stanno così: non usate “un toro qualsiasi “… anche in questo caso i tori migliori portano chiaramente a risultati migliori.

Mastiti – il nuovo peso massimo tra i caratteri salute

Marzo 2019

In teoria, un indice genetico per cellule somatiche, come viene calcolato di routine nella maggior parte dei paesi del mondo, potrebbe continuare a servire come indicatore genetico della salute della mammella anche il futuro. Nei paesi dove viene calcolato un indice per mastite, la correlazione tra punteggio delle cellule somatiche (SCS) può andare da 0.6 a 0.9, cioè è molto alta. Ciononostante, sempre più indici genetici stanno incorporando direttamente gli indici per mastite. Qui spieghiamo perché questo succede e come si ottengono gli indici genetici per resistenza alla mastite.

“Beef on Dairy”: significativo aumento dell’uso di tori da carne su vacche da latte

Febbraio 2019

Su HI, raramente o praticamente mai scriviamo articoli sulle razze da carne; ciononostante, oggi c’è un buon motivo per farlo, poiché l’uso di tori da carne sulle vacche Holstein sta diventando una pratica comune. Nella maggior parte dei paesi Holstein, il numero di fecondazioni con i tori cosiddetti “carne x latte” è aumentato incredibilmente negli ultimi anni, in alcuni casi addirittura quasi del 50%. HI ha parlato con gli specialisti del fenomeno “carne x latte”. Quale razze vengono usate? E, qual è l’enfasi nella selezione dei tori?

Caratteri salute: per costruire una mandria più sana

Febbraio 2019

Nell’ultimo decennio, l’uso della genomica negli indici genetici ufficiali ha trasformato l’industria dell’allevamento da latte. Oggi, la genomica viene usata per offrire agli allevatori nuove opzioni quando si tratta di selezionare animali più sani: i caratteri salute.

Evitare che le Holsteins diventino troppo alte

Gennaio 2019

Selezionare vacche alte e dall’aspetto piacevole è stato l’obiettivo di molti allevatori nel corso degli anni. Ora, lentamente la tendenza sta cambiando, e molti credono che la statura della Holstein sia già abbastanza alta. Tuttavia, la spinta per una maggiore statura sembra essere radicata nei nostri sistemi di selezione a vari livelli. Come possiamo rallentare l’aumento di statura delle nostre vacche?

TPI e Net Merit: sapete esattamente cosa includono?

Gennaio 2019

Con la genetica Holstein degli Stati Uniti che gioca un ruolo importante sulla scena internazionale, il TPI è ampiamente riconosciuto ed è diventato un linguaggio comune, compreso in molti diversi paesi in tutto il mondo. Tuttavia, sapete esattamente quali caratteri sono inclusi nel TPI? Qui potete imparare in 2 pagine i molti preziosi caratteri che include!

Lepoint: “La genomica sovrastima le famiglie popolari. Questo deve cambiare.”

Dicembre 2018

La Francia ha due grandi centri di FA: Evolution e Gènes Diffusion. Presso quest’ultimo, Frédéric Lepoint lavora da 28 anni ed è quindi sia un manager genetico sia un ambasciatore. HI ha parlato con Lepoint sugli sviluppi di Gènes Diffusion, sugli sforzi cooperativi e sul potenziale della genomica. Lepoint si definisce “pro-genomica”, ma mette delle significative condizioni. Secondo questo esperto, qualcosa deve cambiare.

Comfort della vacca: quali sono le principali opzioni per il materiale da usare in lettiera?

Dicembre 2018

Il miglioramento del comfort delle vacche è spesso indicato come un importante contributo all’aumento della produzione di latte. Un progetto razionale di stalla, aumento del flusso d’aria e della ventilazione, migliore accesso alla mangiatoia e cuccette più spaziose contribuiscono a rendere più efficiente l’azienda. Questo mese parliamo delle varie scelte possibili quando si tratta di un altro aspetto significativo per il comfort della vacca, il materiale impiegato come lettiera.

Fertilità toro - un carattere molto consultato nella selezione dei tori

Novembre 2018

La puntuale gravidanza di manze e vacche è un aspetto critico per l’economia delle aziende da latte, e questo è il motivo per cui durante gli ultimi anni la fertilità ha ricevuto sempre maggiore attenzione nei programmi di selezione. Non è più possibile immaginare che dal processo di selezione dei tori vengano esclusi gli indici che riguardano la fertilità figlie,ma anche la fertilità del toro, non importa quanto minimo possa essere il suo contributo nel contesto, viene considerata con grande attenzione da molti allevatori. Questo dato può essere addirittura cruciale per la carriera di un toro.

Arnout Dekker sugli effetti positivi di OmniGen-AF

Ottobre 2018

“Lo stress riduce la resistenza delle vacche, causando un aumento del rischio di infezioni, e i momenti in cui sono sotto stress sono di fatto parecchi. Le vacche sono come le persone con l’autismo: non gestiscono bene i cambiamenti. ” A parlare è Arnout Dekker, un veterinario pratico con anni di esperienza che ora lavora presso Phibro, la ditta fornitrice di OmniGen, il prodotto che offre un dimostrato supporto al sistema immunitario delle vacche da latte, e non solo, e quindi mantiene un alto livello di resistenza. Come risultato, questo porta a minori casi di malattie e ad un ridotto uso degli antibiotici.

10 anni di rivoluzione: Paul VanRaden esamina l’evoluzione della genomica

Agosto 2018

Sono trascorsi quasi 10 anni dall’arrivo della genomica. Allora abbiamo assistito alla più grande rivoluzione che l’industria della selezione bovina abbia mai visto. Per esaminare alcuni degli sviluppi che si sono succeduti man mano che la genomica è stata implementata nel corso di questi 10 anni, abbiamo parlato con il Dr. Paul VanRaden, un genetista ricercatore presso l’Animal Genomics and Improvement Laboratory negli Stati Uniti.

Cresce la richiesta di attrezzatura per FA

Agosto 2018

In molte aziende di tutto il mondo è frequente veder arrivare tecnici di FA a fecondare le vacche. Oggi il numero di allevatori con i loro contenitori e che praticano la FA da soli è in costante aumento.

Pieter Karst Bouma: ottenere il massimo dalle vacche con il robot e con informazioni extra

Luglio 2018

Una produzione giornaliera di 40 kg per vacca; Pieter Karst Bouma vuole raggiungere questo obiettivo entro due anni. “Dopo aver alzato il tetto della vecchia stalla, questa possibilità sarà decisamente realistica,” afferma l’allevatore della provincia olandese della Frisia. Bouma è in sintonia con tutti gli aspetti della sua azienda e sta cercando di ottenere il massimo dalla sua mandria, con l’assistenza dell’informazione dal robot di mungitura e circondato dai giusti specialisti.

Salute della mammella: Come mantenere una bassa conta delle cellule somatiche?

Giugno 2018

Un’elevata conta delle cellule somatiche non causa solo delle perdite in produzione, ma aumenta anche la probabilità di mastiti, con tutti i problemi e i costi ad esse associati. Per evitare un danno economico e di perdere animali, è importante abbassare o mantenere ad un basso livello la conta delle cellule somatiche in azienda. Facile a dirsi, ma cosa significa questo nella pratica? Quali sono i fattori che giocano il ruolo più rilevante in tutto questo? HI ha parlato con un esperto indipendente della mungitura e con due allevatori che hanno una conta cellulare media di 100.000 o meno.

ProFitPlus in Germania: “Il programma per vacche sane”

Giugno 2018

“Il programma per vacche sane”. E così che il programma ProFitPlus viene descritto sul sito web dei centri FA tedeschi RinderAllianz (RA) e Rinderzucht Berlin Brandenburg (RBB). Per avere delle informazioni più specifiche, sulle esperienze e sui risultati di questo progetto unico, HI ha parlato con Jan Körte, capo della selezione presso RA. Nella sua regione di lavoro, Mecklenburg-Vorpommern, nell’estrema parte nord-orientale della Germania, i dati standardizzati sul campo di migliaia di vacche sono stati raccolti e compilati per quanto riguarda tra l’altro mastiti, salute dei piedi, parto, ecc. Tre anni fa, questo ha portato ad indici che sono molto apprezzati sul campo.

L’uso intelligente dei supporti di gestione ha un incredibile potenziale in termini di efficienza. Le migliori aziende vanno verso 1 milione di kg di latte prodotto per robot

Maggio 2018

La produzione media giornaliera di latte per tutti i robot di mungitura Lely presenti nel mondo è di 1.628 kg, con la migliore azienda che oggi supera i 3.000 kg! “I robot sono gli stessi ovunque, le differenze sono nella gestione,” affermano Frank van der Staak e Rutger van de Streek, rappresentanti Lely, che presentano molti notevoli dati e condividono storie coinvolgenti sullo sviluppo dei sistemi di mungitura automatica, e soprattutto sul crescente flusso di informazioni da diversi sensori che offrono agli allevatori un supporto alla gestione dell’azienda. Forniscono anche indicazioni sugli obiettivi e su come realizzare questi obiettivi con la giusta applicazione della moderna tecnologia.

Salute del piede: un carattere di rilevante importanza economica

Maggio 2018

Nell’agosto 2011, l’indice Nordic Total Merit (NTM) usato in Danimarca, Svezia e Finlandia è diventato il primo indice totale al mondo ad includere nei suoi componenti il carattere Salute del Piede. “Oggi gli allevatori possono vedere loro stessi il risultato grazie a una migliore longevità e a minori casi di zoppia,” commenta Lars Nielsen, di Viking Genetics. “La Salute del Piede ha una correlazione dello 0,40 con la longevità, mentre Arti & Piedi hanno una correlazione di solo 0.15 /0.20 con la longevità. Il nostro toro migliore per Salute del Piede riduce i casi di zoppia del 50%.”

Gestione dell’asciutta: settimane cruciali per avere una mandria longeva

Febbraio 2018

Trattare o no le vacche in asciutta, alloggiarle in uno o due gruppi, meglio un periodo di asciutta di sei settimane o di otto settimane? Gli esperti hanno idee diverse circa il periodo di asciutta ideale, ma quello su cui tutti sono d’accordo è che senza un buon periodo di asciutta le vacche da latte non diventano vecchie. HI ha parlato con la Boclair Holsteins in Scozia, con il gruppo Dijk-de Bruin in Olanda e con la Hendel Farms negli Stati Uniti: tutte aziende con mandrie molto produttive e longeve che hanno dimostrato di avere una buona gestione del periodo di asciutta.

Strumenti per migliorare la produzione

Dicembre 2017

Sia che state pensando di migliorare la stalla che già avete o di costruirne una nuova, aggiungere degli strumenti che possono servire a migliorare la produzione di latte potrebbe essere un obiettivo vantaggioso. Ecco alcune possibilità.