Settembre 2019

JMK Holsteins in Texas: da zero a 1400 Holstein eccezionali in soli 35 anni

Con 800 vacche in latte e in asciutta, l’allevamento di John Koster (JMK Holsteins) è nettamente al di sotto della media del Texas (1343 vacche), media che lo rende il quinto stato per la produzione di latte negli Stati Uniti. “Rispetto alle aziende dell’Ovest sono solo un piccolo allevatore… Preferisco gestire le vacche piuttosto che le persone,” dice Koster sorridendo, raccontandoci in modo coinvolgente l’affascinante storia della sua impresa ed entusiasmandoci con la sua straordinaria mandria incredibilmente uniforme.

Raunhøj Dairy: il percorso biologico che porta al top della conformazione danese

Con sei finaliste, tra cui la Campionessa Assoluta e il miglior gruppo di animali, Raunhøj Dairy ha registrato una performance sensazionale durante la Mostra Nazionale danese. Era già prevista una visita alla famiglia Therkildsen. Grazie alla combinazione di 22 anni di agricoltura biologica e una media di 11.300 kg di latte per vacca, l’allevamento Raunhøj offre una visione speciale sulle possibilità future di una parte forse crescente della popolazione Holstein.

Gaec du Terril: l’utilizzo di tori giusti per una genetica ottimale in questa azienda biologica

Improvvisamente è apparso: Oxterril. Con +218 gISU (uscita indici 4/2019), uno dei più alti nella classifica indici francese. Con un padre relativamente sconosciuto (Surgeon, di più su di lui più avanti) e una linea materna praticamente sconosciuta, ma sicuramente non agli allevatori del toro, Gilles e Hervé Guerin! Questa linea materna ha infatti funzionato splendidamente per anni nell’allevamento dove i Guerin sono la terza generazione a gestire questa azienda. E la famiglia di vacche? È già attiva da 13 generazioni nella mandria Du Terril. O... nella stalla Du Terril? No, soprattutto nei pascoli attorno alla stalla perché, tempo permettendo, qui sono al pascolo 10 mesi all’anno. Venite con noi nella parte meridionale della Bretagna.

Ecco il N.4 degli allevatori più influenti degli ultimi 25 ani: De-Su!

Eccoci qua! Siamo arrivati ai primi 4, e quindi secondo i lettori di HI nel quartetto degli allevatori di più alto livello degli ultimi 25 anni. In questo numero vi presentiamo il numero quattro...e probabilmente nessuno si sorprenderà che questa posizione sia rivendicata dalla De-Su Holsteins, l’azienda di selezione della famiglia Meyer, nello Stato americano dell’Iowa. Il prefisso De-Su ha dominato intensamente la selezione globale Holstein soprattutto negli ultimi 10 anni; più avanti in questo articolo menzioneremo i loro numerosi tori. Quando nel dicembre 2012 HI aveva pubblicato un ampio reportage di 5 pagine sulla De-Su, avevamo ricevuto reazioni per diversi mesi a seguire; in tutto il mondo, le persone sono rimaste colpite dalla strategia di Darin Meyer. Lo avevamo chiamato il “re della genomica,” perché aveva utilizzato il concetto di genomica in modo davvero rapido ed efficace. Questo appellativo è ancora appropriato.

Our-Favorite: L’allevamento di Unlimited e del suo eccezionale figlio Undenied

Todd Stanek non è cresciuto in azienda di Holstein iscritte: era già un adulto infatti quando iniziò la sua la passione per la selezione. Recentemente alla National Holstein Convention di quest’anno ha ricevuto con orgoglio il riconoscimento come socio da 40 anni dell’Associazione Holstein. Qui ripercorre il viaggio che lo ha portato a sviluppare Our-Favorite Holsteins, il suo allevamento situato a poche miglia da Eau Claire, nel Wisconsin.

Molto vicini all’obiettivo di selezione: 11 vacche, 1,17 milioni di kg di produzione lifetime e 89 punti per conformazione

Quando alla nostra fotografa Christine Massfeller è stato chiesto se sarebbe stata in grado di scattare una foto nell’azienda della famiglia Kleemann, in Germania, la richiesta di per sé era già eccezionale... I Kleemann non volevano solo fotografare una o due vacche, ma per il servizio fotografico volevano preparare undici vacche! E non qualche giovane animale con grande potenziale tra i loro 135 capi, ma le vacche più vecchie e più produttive della mandria. I risultati si possono vedere qui. Un’immagine che è un tributo. Una rappresentazione dell’obiettivo di selezione della razza.

BullTalk - Settembre 2019

A Cogent, in Gran Bretagna, hanno dovuto dire addio a uno dei tori più popolari del loro centro: Cogent Twist. E… Twist non era solo il preferito tra coloro che lo accudivano, ma anche tra i molti allevatori di tutto il mondo. Questo spiega perché, con una carriera produttiva di oltre 700.000 dosi, sia diventato il toro più utilizzato da Cogent fin...

Focus on... Settembre 2019

Al primo sguardo, ciò che attira l’attenzione sono i suoi numeri positivi e completi sui tratti gestionali e della salute. Ma sono rilevanti anche la sua attendibilità sulla produzione e la corretta morfologia con ottime mammelle. Stiamo parlando di un toro che non è più vivo e di cui il seme ancora disponibile è molto limitato, ma che da agosto è...

Intriguing Sires DNA - Biggelo & Sano & Nashville

A prescindere da ciò che si possa pensare del linebreeding, per il toro canadese N.1 gLPI S-S-I Biggelo ha funzionato, considerando che questo figlio di Delroy mostra la famiglia O-Man Mirror su entrambi i lati del suo pedigree. Sebbene la madre di Biggelo sia morta prima di partorire, sua nonna è una Montross GP-83 di 3 anni, che nella sua ultima...

Penn-Dell’s Kathy Family: High-Type Branch of the Kays

La famiglia Kathy della Penn-Dell è costruita intorno ad una coppia madre-figlia di vacche da 94 punti che sono state entrambe Campionessa Assoluta alla mostra della loro Contea. Più indietro nel pedigree troviamo un certo numero di madri di toro di successo. Ecco la famiglia Kathy della Pennsylvania.

La famiglia Ruby continua a brillare alla Lehoux

Nel 2013 ha vinto il titolo di Vacca dell’Anno al Quebec People’s Choice: Lehoux Goldwyn Ruby è una riproduttrice da 20 stelle con 7 figlie EX e 23 VG, e ha prodotto più di 100.000 kg di latte in tutta la sua carriera. Ed è preceduta da una famiglia di vacche di successo molto profonda.

Chief Mark Susy EX-97: la Regina di Castelverde

Anche se sono trascorsi quasi 30 anni dalla nascita di Castelverde Chief Mark Susy EX-97, la sua genetica non è invecchiata. Nell’allevamento Castelverde la sua genetica è più che mai attuale. Scopriamo perché…

Cow Country - Settembre 2019

Don Mayer in Wisconsin ha talmente fiducia nella genetica di Catamount che in tre anni vorrebbe che il 75% del suo allevamento Mayerlane (55 vacche) provenisse dalla sua famiglia. Ogni vitella nata da questa famiglia ha un ottimo pedigree, e più recentemente Don ha scoperto di avere anche una linea molto interessante per genomica… Catamount è la te...

Longevità: su quali basi di basano le previsioni sulla durata di vita?

Il principale tra questi caratteri è la longevità: se un animale si comporta bene per tutti gli altri caratteri, allora si dovrebbe poter prevedere anche una sua lunga carriera produttiva. Qui esaminiamo le fonti dei dati e i metodi di valutazione utilizzati in tutto il mondo per ottenere queste previsioni sulla longevità.

Mike Lohuis: presenta una relazione sull’uso della genomica nei primi 10 anni

Alla Genetics Conference 2019, il dottor Mike Lohuis, Vice Presidente Research e Innovation di Semex, con sede a Guelph, Canada, ha presentato una relazione decennale sulla genomica. Lohuis ha iniziato la sua carriera a metà degli anni ‘80 come sire analyst del Centro Eastern Breeders, prima di tornare all’Università di Guelph per conseguire un dottorato di ricerca. Dopo 5 anni di ricerca e insegnamento ha lavorato presso Monsanto, dove si è occupato dell’uso della genomica nei loro programmi di selezione per bovini da latte e maiali e poi, più tardi, della selezione nelle piante. Nel 2017, è tornato a Guelph per assumere la sua attuale posizione alla Semex. Ecco la sua “Report Card,” una relazione sull’uso della genomica nei suoi primi 10 anni.